Chi ha paura del femminismo?

Bambole Spettinate Diavole del Focolare

La comunicazione è fondamentale, sempre! Anche quella rasoterra. Così come lo sono le premesse, che non dovrebbero mai essere l’antitesi di quello che stai per dire.

Quand’ero piccola, molto tempo fa, una vicina di casa, pettegola come la sala d’aspetto d’una parrucchiera, si avvicinò a mia madre, esordendo così: “Signora Maria, non per criticare: ma quella brutta figlia di bagassa…” e continuò imperterrita a “non-criticare” la povera figlia di nonmiricordochi! Sovente, abbiamo captato o sentito in diretta, discorsi che cominciavano con: “Non sono razzista, ma gli zingari/romeni/neri/curdi/cinesi proprio non li sopporto!”. D’una banalità sconcertante! Ed in qualche modo mi fanno sorridere (e anche un po’ arrabbiare), quelle donne che sostengono: “Io sono per la parità dei diritti fra gli uomini e le donne. Ma per carità, non sono mica femminista!

Signore e Signori: questo è il femminismo!

Al di là delle definizioni, che…

View original post 466 altre parole